Sacro Monte di Orta

Riserva naturale speciale Superficie: 13 ettari
Situato tra il verde dei boschi stilla som- mitÓ di un colle che domina il lago d'Orta, il Sacro Monte conta 21 cappelle edificate tra il XVI e il XVIII secolo, con affreschi e sculture in terra cotta che narrano gli episodi salienti della vita di San Francesco. Le opere pittoriche e plastiche che costituiscono un vero patrimonio d'arte, furono realizzate da valenti artisti dell'epoca (i Fiamminghini, Cristoforo Prestinari, Dionigi Bussola e il Morazzone). Gli aspetti naturalistici, ambientati e compositivi del giardino storico rivestono un importante interesse paesistico; Il promontorio sorge in un luogo panoramico di incomparabile bellezza, nel cuore della penisola che si protende al centro del lago d'Orta. Il substrato del Sacro Mo nte Ŕ costituito da rocce che sono state modellate dai ghiacciai quatemari. La flora Ŕ caratterizzata da specie sempreverdi e da alcune entitÓ tipicamente montane quali il mirtillo nero. Fra le specie arboree meritano un cenno particolare il pino silvestre, il tasso, il faggio, oltre ad un bel viale di carpini secolari affacciato sull'abitato e' sul lago omonimi.

Riserva Naturale del Monte Mesma

L'area si sviluppa su un versante collinare in vista del Lago d'Orta e della catena alpina dominata dal massiccio del Monte Rosa. Alla sommitÓ del monte sorge un complesso monumentale co- stituito da un convento, edificato nel XVI secolo sui resti di un castello e da una doppia sequenza di cappelle vo- tive, collocate lungo un percorso pro- cessionale. La zona possiede inoltre un'importanza archeologica per i re- perti di origine celtica e materiale dell' epoca gallica e romano imperiale che vi sono stati rinvenuti. Le pendici del monte sono ricche di vegetazione ed in particolare di boschi di castagno e di quercia, ora sottoposti ad interventi di riqualificazione con finalitÓ produttive e paesaggistiche, considerato lo stato di abbandono degli ultimi anni. Partico- larmente interessante la presenza, gra- zie all'influenza climatica del vicino

Colle della Torre Buccione

Riserva naturale speciale Superficie: 30 ettari
L'area Ŕ un qualificato punto panoramico e paesaggistico del settore meridionale del lago. E' particolarmente significativo anche dal punto di vista boschivo ed ha alla sommitÓ una torre fortificata, di notevole pregio storicorchitettonico, ultimo baluardo di un castello, citato giÓ su documenti del Duecento. La Torre Ŕ l'elemento di maggior spicco di quel particolare tipo di fortificazione, chiamato "castello di strada" per le sue funzioni di presidio militare del territorio e punto di controllo della rete viaria. Si eleva alta e possente nelle immediate vicinanze del Monte Mesma: ha un'altezza di 23 m ed Ŕ suddivisa internamente in tre impalcati di legno. In passato, la parte sommitale della Torre di Buccione era occupata da una g l;'ande campana, utilizzata per s'egnalare alle popolazioni della riviera del Cusio (antico nome del lago d'Orta) il pericolo di incursioni e scorribande di soldati provenienti dalla pianura: l'ultimo esemplaje, delXVII secolo Ŕ oggi custodito nel gi'ardino del municipio di Orta.



   


| LAGO D'ORTA | DA VISITARE | PERCORSI | ACCOMODATION | ISOLA SAN GIULIO | SERVIZI | MANGIARE & BERE | TRASPORTI |